SCEGLIERE IL BARBECUE

Con l’arrivo della bella stagione, aumenta la voglia di passare del tempo all’aperto con amici e parenti. Fare una grigliata in buona compagnia è il modo migliore per godere dei tuoi spazi esterni, ma per farlo devi assicurarti di avere il barbecue giusto.

Come scegliere il barbecue

Sul mercato esistono tante tipologie di barbecue, per questo prima di effettuare un acquisto devi considerare una serie di fattori, come lo spazio che hai a disposizione, la frequenza con cui lo utilizzerai e il materiale con cui è prodotto

Per motivi di sicurezza è importante lasciare circa 1,5 metri liberi intorno al barbecue, quindi assicurati di scegliere una posizione che lo tenga lontano da rami, siepi o fiori e che sia riparata dal vento forte. Queste accortezze impediranno di mettere a rischio te e i tuoi cari durante le tue grigliate.

Barbecue da giardino

Possiedi un terrazzo ampio oppure un giardino? Hai la fortuna di poter scegliere tra svariati modelli, da quelli in muratura a quelli in metallo.

Nel primo caso il barbecue è fisso e quindi è necessario scegliere un luogo in cui installarlo in maniera permanente, mentre nel secondo caso hai la libertà di decidere in quale punto posizionarlo a seconda delle esigenze dell’occasione e delle comodità del momento, in quanto si tratta di barbecue mobili, spesso dotati di rotelle e facili da spostare in una zona riparata nei momenti di inutilizzo.

Barbecue da balcone

Non tutti possiedono degli ampi spazi all’aperto, ma ciò non significa che si debba rinunciare al piacere di un barbecue nella bella stagione.

Se disponi di un terrazzo di piccole dimensioni o di un balcone, puoi optare per un barbecue elettrico o uno a plancha, due soluzioni ideali per le dimensioni contenute e la facilità di spostamento, ma soprattutto per l’emissione ridotta di fumi.
Prima di acquistarne uno, assicurati tuttavia di prendere visione del regolamento condominiale per sapere se hai la possibilità di utilizzare il barbecue sul tuo balcone.

Barbecue da tavolo o portatile

Se ti piace fare escursioni, pic-nic o andare in campeggio e non vuoi rinunciare al piacere di una grigliata, puoi optare per un barbecue da tavolo o per un modello compatto portatile, pensati appositamente per chi cerca un prodotto facile e leggero da trasportare.

Una volta individuata la posizione ideale per il tuo nuovo barbecue, devi tenere in considerazione quanto spesso lo userai e quanti ospiti sei solito invitare alle tue grigliate.
A seconda infatti della frequenza di utilizzo e della quantità di cibo che intendi preparare, puoi trovare il prodotto maggiormente indicato per te.

Se per te grigliare non è un appuntamento fisso e vuoi acquistare un barbecue per un uso occasionale, opta per un modello portatile, da tavolo o a plancha. Questi prodotti sono semplici da installare e da smontare, sono poco ingombranti e possono essere riposti comodamente dove preferisci quando non utilizzati. Ricordati inoltre che se vuoi servire tutti i tuoi invitati evitando lunghe attese, devi scegliere un modello la cui piastra sia abbastanza capiente da contenere la perfetta quantità di alimenti che vuoi cucinare.

Se invece sei il re del BBQ e utilizzi spesso la tua griglia, probabilmente disponi di uno spazio all’esterno della tua casa abbastanza ampio da ospitare comodamente molte persone. In questo caso un barbecue in pietra o in muratura potrà soddisfare al meglio i tuoi ospiti, ma anche un modello in ferro di qualità può darti grandi performance, oltre che la comodità di essere spostato dove preferisci.

Il barbecue va pulito non solo alla fine della stagione, ma ogni volta in cui viene usato, per garantire sia la sua durevolezza nel tempo, che maggiori performance durante l’utilizzo.

La pulizia del barbecue consiste nel rimuovere i residui degli alimenti preparati con l’aiuto di una spazzola a caldo e successivamente eventuali altre impurità rimaste sulla griglia con l’aiuto di uno sgrassatore. Il rivestimento può essere invece lavato con una spugna imbevuta di acqua e sapone.

In generale è bene ricordare di spegnere le braci o staccare l’alimentazione (a seconda del modello) prima di procedere alla pulizia.

Materiale

A seconda delle condizioni climatiche in cui vivi, della sua collocazione e delle modalità di utilizzo, devi tenere conto del materiale più adatto per il tuo barbecue.

Puoi orientare la tua scelta su due tipologie di barbecue, quelli in metallo e quelli in muratura, che si differenziano a loro volta anche per il combustibile necessario per il loro utilizzo.

Barbecue in metallo

Se sei in cerca di una soluzione pratica e comoda, i barbecue in metallo sono la scelta che fa per te. Puoi scegliere tra modelli in ferro battuto (i più economici), in acciaio inox, durevoli nel tempo e semplici da pulire oppure in ghisa, che assicurano una cottura omogenea perfetta.
Scopri le diverse tipologie di barbecue in metallo disponibili.

Se possiedi un ampio giardino o un terrazzo di grandi dimensioni, un barbecue a gas è la soluzione ideale per le tue grigliate per diversi motivi.

  • Raggiunge velocemente la temperatura desiderata.

    Basta ruotare una valvola per regolare i bruciatori per portare la piastra alla temperatura ideale; è molto utile soprattutto nel caso di barbecue con più fuochi, perché ognuno può essere destinato a ingredienti che richiedono cotture a diverse temperature.
  • Assicura una cottura sana e omogenea. La piastra, che può essere in acciaio inox o in ghisa, in pietra lavica oppure ollare, viene scaldata in maniera uniforme.
  • È comodo da pulire e manutenere. Grazie alla superficie in metallo, i barbecue a gas sono facili da pulire e molto resistenti nel tempo.
  • I consumi possono essere regolati. Sia i consumi dei barbecue a metano che di quelli a GPL possono essere regolati e gestiti in modo tale da evitare sprechi. Se non hai bisogno di un modello con numerosi bruciatori, puoi optare per un barbecue a gas semplice e a basso consumo, con una potenza di 2 kW. Inoltre, puoi scegliere un modello con un regolatore di pressione fisso invece che variabile per poter gestire autonomamente l’erogazione di gas in fase di utilizzo.

I costi di un barbecue a gas possono variare a seconda del tipo di alimentazione.
I barbecue a metano sono a postazione fissa e si allacciano alla rete domestica. Sono più convenienti e comodi da usare, ma possono necessitare dell’intervento di un tecnico per completare l’installazione correttamente.
I barbecue a GPL invece sono facilmente spostabili e sono pronti all’uso, tuttavia hanno un costo maggiore, dovuto alla necessità di acquistare le bombole per alimentarli.

Desideri fare una grigliata in famiglia, ma non disponi di un giardino? Opta per un barbecue elettrico, il perfetto compromesso per chi abita in città o non ha un ampio spazio esterno dove grigliare.
A renderlo particolarmente apprezzato dagli amanti del bbq sono le sue caratteristiche:

  • è compatto ed economico. Il barbecue elettrico ha un costo inferiore rispetto ad altri modelli di barbecue perché può soddisfare un numero inferiore di invitati, ma è portatile e non ingombra.
  • cuoce i prodotti senza emettere fumi. Questa peculiarità lo differenzia da tutti gli altri barbecue o lo rende adatto anche a grigliate all’interno dell’abitazione. Inoltre assicura una cottura sana e leggera, anche se ciò toglie agli alimenti il sapore “affumicato” tipico delle grigliate all’aria aperta.
  • è facile da usare. Il termostato del barbecue elettrico assicura una regolazione accurata della temperatura della griglia.
  • si attacca alla corrente elettrica di casa. Non hai bisogno di legna o carbonella per preparare salamelle e verdure grigliate: basta collegare il barbecue elettrico a una presa elettrica per essere pronto a cominciare.

Questo modello di barbecue è quello che più di tutti dà meglio l’idea della grigliata: la cottura avviene infatti su una griglia riscaldata dal fuoco ottenuto con la carbonella.
Questa soluzione è una delle più gettonate quando si deve organizzare una grigliata e i motivi sono svariati.

La maggior parte dei barbecue a carbonella sono portatili o muniti di rotelle che ne agevolano lo spostamento, rendendo questo modello altamente funzionale. Puoi riporlo comodamente in box o nella tua rimessa ogni volta che non viene utilizzato, facendo il minimo sforzo.

Il barbecue a carbonella non solo è molto pratico, ma anche economico. La carbonella è un prodotto facilmente reperibile, infatti si può trovare anche al supermercato a un costo contenuto. Acquistare questa tipologia di barbecue conviene anche grazie al materiale di cui è composto, perché è pensato per sopportare temperature inferiori rispetto ai barbecue a legna. Per questo motivo la cottura risulta lenta e graduale, il che assicura carni e verdure cotte in maniera impeccabile, ma richiede una costante attenzione in fase di preparazione.

Prima di acquistare un barbecue a carbonella ricorda che questi modelli provocano molto fumo in fase di cottura e che si sporcano facilmente, quindi richiedono un’attenta pulizia dopo ogni utilizzo. Inoltre ricordati di non usare la carbonella per stufe o per camini e di non inserire mai della legna in un barbecue a carbonella per velocizzare la formazione delle fiamme: questa procedura potrebbe danneggiare il barbecue irrimediabilmente, perché non ha capacità di sostenere le elevate temperature prodotte dalla legna.

Nonostante i barbecue a legna siano dal punto di vista del materiale più resistenti rispetto ai barbecue a carbonella, hanno molte caratteristiche in comune con questi modelli.

Entrambi permettono di cuocere lentamente la carne e affumicarla e insaporirla in maniera decisa, ma richiedono anche lunghi tempi di preparazione della brace. Sono per questo motivo ideali non tanto per chi non sta improvvisando una grigliata, ma per chi l’ha organizzata con cura.
Entrambi inoltre sporcano durante la cottura, quindi è consigliabile acquistare un modello con coperchio oppure con un tubo di scarico per il fumo per velocizzare la fase di pulizia finale.

Se per te in una grigliata perfetta non può mancare il sapore di “affumicato”, un barbecue a gas con affumicatore incorporato è ciò di cui hai bisogno. Per ottenere un’affumicatura perfetta basta acquistare del legno aromatico, come del melo o del ciliegio, o in alternativa delle chips da affumicatura, del pellet o della carbonella e riporre il prodotto all’interno dello scompartimento dedicato dello smoker.
Il fumo che si viene a creare dalla bruciatura all’interno dell’affumicatore va a insaporire il cibo sulla griglia in maniera lenta, ma efficace.

Se non si dispone di un affumicatore integrato nel proprio barbecue a gas, lo si può comprare a parte.
Gli smoker box consistono in scatole rettangolari o cilindriche di ghisa o di acciaio dotate di fori che hanno la capacità di distribuire il fumo della legna in maniera ottimale, senza disperderne le ceneri.

La plancha è un’ottima alternativa al barbecue elettrico o a gas. Non necessita di una brace per scaldarsi, perché si accende in pochi minuti come una qualsiasi piastra, garantendo una distribuzione omogenea del calore. La superficie può essere liscia o rigata e di diversi materiali: oltre alla variante in acciaio a gas o elettrica, esiste anche in ghisa o in ceramica.

La plancha permette di dare sfogo alla fantasia creando piatti versatili che non sarebbero adatti a una cottura su barbecue: non c’è bisogno di utilizzare i condimenti perché gli ingredienti si cuociono direttamente nei propri grassi e succhi e nemmeno preoccuparsi che si formi del fumo durante la cottura.
Ciò rende la plancha facile e rapida da pulire, oltre che ideale anche per grigliare in città o sul proprio balcone, senza il rischio di disturbare i vicini di casa o violare il regolamento condominiale. Può essere utilizzata come griglia di cottura, ma anche come piatto da servire in tavola.

Come la plancha, il barbecue a infrarossi alimentato a gas rappresenta una soluzione ideale se vuoi cucinare piatti leggeri senza utilizzare molti condimenti nella preparazione dei cibi.
La sua piastra in ceramica si riscalda velocemente grazie all’energia termica prodotta dal sistema a infrarossi, evitando così la dispersione del calore e riducendo notevolmente i tempi di cottura. Grazie alle sue caratteristiche è adatta sia in appartamento che in piccoli spazi esterni.

Barbecue in muratura

Se per te grigliare non è un’attività occasionale, bensì un’alternativa alla preparazione dei pasti nella cucina tradizionale per tutta la durata delle stagioni calde, il barbecue in muratura è una valida opzione di cui tenere conto.

Questo genere di barbecue ha una struttura fissa, quindi non può essere riposto o trasportato in alcun luogo e necessita di un ampio spazio ad esso riservato in un giardino o cortile, preferibilmente riparato dal vento. Solitamente un barbecue in muratura si compone di più parti: oltre alla superficie di lavoro su cui vengono grigliate le pietanze, dispone di un forno per il combustibile scelto e di una ciminiera.

Si può scegliere tra diverse tipologie di combustibile, da quelli solidi, quindi carbone, carbonella o legna fino al gas o all’elettricità. L’utilizzo della legna viene preferito da molti perché permette sia di esaltare i sapori degli alimenti che di sperimentare diversi tipi di cottura, ad esempio in forno, alla griglia o allo spiedo, a seconda dei supporti installati sul barbecue.

Per tutti questi motivi è la soluzione più indicata per chi è alla ricerca di un barbecue su misura, che possa adattarsi perfettamente alle proprie esigenze di spazio, consumo e cottura.
Non a caso infatti è possibile costruirlo autonomamente se dotati di buona manualità.

Ciò che differenzia tra loro i barbecue in muratura è il materiale con cui può essere rivestito. Puoi optare per la pietra, che rappresenta la soluzione esteticamente più elegante e ricercata, seppur la più faticosa da utilizzare in fase di costruzione per il peso del materiale. Altrimenti puoi scegliere tra una costruzione in mattoni, durevole nel tempo e dallo stile rustico o un più essenziale rivestimento in cemento.

Per far sì che la superficie e il rivestimento del tuo barbecue in muratura si mantenga più a lungo nel tempo è importante dotarlo anche un porta cenere.

I barbecue in muratura possono avere diverse caratteristiche:

Questi barbecue sono tra i modelli più grandi e completi e si prestano a cuocere carni e altri prodotti da griglia, ma anche pizza e panificati fatti in casa. Il forno può essere prodotto in diversi materiali e a seconda dell’ampiezza ospitare diversi piatti e portate.
Può avere un coperchio o disporre di una porticina per mantenere il calore al meglio durante tutte le fasi della cottura.

I barbecue con la cappa hanno la capacità di aspirare i fumi prodotti dalla griglia e di evitare la dispersione del calore.

Una soluzione più conveniente e meno ingombrante è quella dei barbecue senza cappa. Sono più compatti dei modelli con cappa integrata o con forno, ma necessitano di essere posizionati a una certa distanza dalle abitazioni, perché i fumi non devono disturbare le abitazioni limitrofe.