CASETTE DA GIARDINO

Quale materiale scegliere

Un aspetto importante da prendere in considerazione quando scegli il materiale della tua casetta da giardino è la funzionalità. A seconda del clima in cui vivi puoi optare per il materiale più adatto e durevole per le tue condizioni climatiche e solo in un secondo momento selezionare con cura i dettagli estetici che possono rendere la tua casetta perfettamente in sintonia con il resto del giardino.

Il materiale più comune per le casette da giardino è il legno sia per motivazioni estetiche che funzionali. È perfetto per resistere nel tempo e per creare delle perfette mini dependance, aree relax o casette in legno per bambini.

VANTAGGI

Il legno è un materiale sicuro, perché è antisismico e tra i più resistenti al fuoco inoltre grazie alla capacità di isolare sia termicamente che acusticamente lo spazio è la scelta ideale per casette abitabili. È anche l’unico materiale che può essere rinnovato nel tempo e che permette di gestire comodamente lo stoccaggio infatti rispetto al metallo o al PVC consente di installare facilmente ripiani e ganci.


Un altro fattore positivo è la sua ecosostenibilità. Assicurati di acquistare un prodotto che rispetti l’ambiente e che abbia le certificazioni PEFC e FSC: la prima attesta che il legno è stato ricavato da boschi in cui viene tutelata la biodiversità e preservato l’habitat naturale, mentre la seconda riguarda gestione delle foreste e ne valuta l’impatto ambientale e sociale

SVANTAGGI

Un aspetto di cui tenere conto quando si sceglie una casetta in legno è la manutenzione periodica che richiede per poter durare più a lungo. Richiede inoltre più tempo in fase di montaggio e ha un costo più elevato rispetto a quelle in PVC.

QUALE LEGNO USARE PER LE CASETTE

Lo stile rustico e l’eleganza del legno non sono da trascurare nella scelta del materiale, ma è importante sapere anche quale legno utilizzare per le casette da giardino. L’abete, il pino, il larice e il cedro sono tutti legni ideali per le casette, facili anche da trattare con impregnanti e vernici che ne garantiscono la protezione dall’usura e dalle intemperie.
L’abete è la soluzione più pratica ed economica per una casetta in legno ma anche quella che richiede maggiori trattamenti per mantenere vivido il colore nel corso degli anni. Il larice nonostante rappresenti la scelta meno comune per il costo elevato, è ideale per la sua resistenza agli insetti e alle intemperie come legno per le casette da esterno.
Il perfetto compromesso tra abete e larice rimane il pino, per la sua elevata qualità e resistenza. Il cedro è invece la scelta più indicata per la casette per bambini: oltre ad avere una buona resistenza, rilascia un gradevole odore che purifica l’ambiente.

MANUTENZIONE

Non appena acquistata una casetta da giardino, soprattutto se in legno grezzo, ti consigliamo di trattarla con prodotti antitarlo per prevenire eventuali danni alla struttura oppure di creare sulla superficie una pellicola protettiva con del flatting o del plastificante. Ogni due anni circa le casette in legno necessitano inoltre di una nuova mano di impregnante: ciò consente di preservare il legno dall’umidità e dagli agenti atmosferici.

Se vuoi utilizzare la tua casetta da giardino come magazzino per utensili, attrezzi o biciclette, il materiale ideale è il metallo. Esteticamente meno accattivante del legno, le casette in lamiera sono estremamente funzionali e possono essere in acciaio o in alluminio.


VANTAGGI

Le casette prodotte con questo materiale hanno la qualità di essere economiche, oltre che semplici da montare e da manutenere. Non richiedono frequenti riverniciature e resistono alla corrosione e all’ossidazione, dovute alla lunga esposizione agli agenti atmosferici, applicando dell’antiruggine o un’apposita pittura per ferro.


SVANTAGGI

Le casette in lamiera non sono isolanti e quindi sono ideali per custodire oggetti che non subiscono danni se esposti a temperature calde o fredde Non sono adatte per essere personalizzate o per montare mensole e ganci al loro interno in quanto come materiale la lamiera è molto difficile da lavorare.


MANUTENZIONE

Per le casette in metallo la manutenzione è minima e la pulizia richiede semplicemente l’uso di acqua e detergente neutro Se si tratta di strutture verniciate, puoi rinnovare di tanto in tanto il colore all’occorrenza.

Le casette di questo materiale sono molto robuste e semplici da pulire e risultano essere un’ottima soluzione se stai cercando un prodotto esteticamente piacevole, ma allo stesso tempo facile da manutenere e da montare.
Scegliendo una casetta in resina o in PVC potrai avere la certezza di acquistare un prodotto resistente ai raggi UV, all’umidità e agli sbalzi termici. Si tratta di una soluzione ideale sia per le zone costiere che per quelle umide e piovose.

PVC

VANTAGGI

Il polivinilcloruro è un materiale plastico caratterizzato da un’elevata resistenza agli urti, all’usura e alle temperature elevate. Le casette da giardino prodotte con questo materiale non necessitano di alcuna manutenzione e sono economiche, oltre che leggere e semplici da montare.


RESINA

VANTAGGI

La resina è un materiale di origine naturale termoindurente e resiste in maniera ottimale all’usura, agli sbalzi termici e agli agenti esterni.


SVANTAGGI

Come il PVC in caso di danneggiamento non può essere rinnovato, ma richiede l’acquisto di un nuovo prodotto


MANUTENZIONE

La manutenzione delle casette in PVC o in resina è molto semplice. Puoi essere comodamente pulita con un panno imbevuto di acqua e detergente.

Il Wood plastic Composit (è un materiale ecosostenibile composito, che viene prodotto con legno e resine o plastiche mentre il Duotech è un materiale plastico altamente somigliante al legno


VANTAGGI

Le casette da giardino in WPC e Duotech sono resistenti e durano a lungo Sono economiche e leggere e non richiedono un’eccessiva manutenzione Sono inoltre esteticamente gradevoli grazie alla combinazione di materiali che le rendono simili al legno.


SVANTAGGI

Questi materiali non sono adatti per soluzioni abitabili o destinate al relax e allo svago, anche perché rumorose in caso di forti piogge.


MANUTENZIONE

Utilizza per la tua casetta in WPC o in Duotech un detergente per mobili da esterno per mantenerne pulita la superficie.

Quale struttura deve avere

Una volta individuata la tipologia di casetta a cui sei interessato, ti invitiamo a tenere a mente alcuni suggerimenti per aiutarti nella scelta degli elementi che possono renderla funzionale e confortevole.

Opta per un modello che dispone di finestre o di porte a vetro soprattutto se non puoi adottare un sistema di illuminazione interno oppure se hai bisogno di far entrare luce naturale nella tua casetta. In questo caso puoi scegliere tra una finestra fissa o, nel caso in cui la tua casetta da giardino sia destinata ad uso abitabile, per un modello apribile scorrevole o a battente per esempio.

Un altro elemento di cui tenere conto è la porta d’ingresso della tua casetta. Deve essere abbastanza grande da permetterti di riporre comodamente al suo interno tutti gli oggetti che vuoi inserirvi e deve avere un’apertura confortevole. Può essere a battente, munita di una serratura oppure scorrevole per ingombrare meno spazio Se la tua casetta è pensata come ripostiglio per macchinari ingombranti scegli una doppia porta per rendere l’ingresso più ampio e pratico.

Per evitare la formazione di umidità al suo interno, assicurati che il modello che hai scelto sia dotato di pavimento oppure acquistalo a parte. Il polipropilene e il PVC sono materiali ideali per isolare al meglio la tua casetta se posati su una lastra di cemento oppure direttamente sul terreno, ma puoi optare anche per un più elegante pavimento in parquet se correttamente installato su una superficie isolante

La scelta del tetto della tua casetta da giardino può variare sulla base di due fattori:

  • esposizione: nel caso di installazione della casetta in una zona umida, preferisci un tetto composto da lastre bitumate Grazie alla forma ondulata che previene la formazione di muffe e alle caratteristiche impermeabili, è particolarmente resistente come copertura rispetto al metallo in zone ad elevata umidità. Se invece preferisci una soluzione green, puoi ricoprire il tetto di vegetazione, che abbellirà ulteriormente l’intero giardino.
  • estetica: in commercio esistono casette da giardino con tetti a falda singola o doppia oppure piani La tua scelta può essere dettata dalla tipologia di prodotti che vuoi riporre al suo interno e in generale all’uso che verrà fatto dello spazio

Normativa e regolamentazione

Per assicurarti di agire nel rispetto della Legge, prima di montare una casetta nel tuo giardino, consulta presso l’ufficio del tuo Comune il Regolamento Edilizio per conoscere le normative più recenti in materia. Nella maggior parte dei casi non devi far altro che far stilare da un tecnico competente una relazione che illustri, anche graficamente, le dimensioni che verranno occupate dalla casetta. Per una casetta di dimensioni inferiori a 20 mq solitamente è sufficiente una dichiarazione d’installazione.

Un’alternativa è data dalla Denuncia di Inizio Attività (DIA). Una volta comunicata l’intenzione di procedere all’installazione del manufatto, devi aspettare 30 giorni per sapere se ci sono eventuali pareri contrari ai lavori che vuoi effettuare.

Se abiti in un condominio, ti consigliamo di verificare nel regolamento se ci sono restrizioni inerenti all’installazione delle casette da giardino.