CURA E PROTEZIONE DEL VERDE

Il giardino è da sempre il biglietto da visita della casa ed è fondamentale quindi curarlo e proteggerlo. D’altronde, poter ammirare uno splendido prato verde e le piante ben curate intorno alla propria abitazione è uno dei più grandi piaceri per chi è appassionato di giardinaggio ma soprattutto un belvedere per gli occhi.

Che si tratti di giardino, balcone, terrazzo oppure orto poco importa ciò  che conta è la costanza con la quale ti prendi cura del tuo spazio verde preferito. La scelta degli attrezzi e dei materiali di qualità è fondamentale per la buona riuscita del lavoro.

UTENSILI MANUALI E ATTREZZI DA GIARDINO

Per la cura e protezione del giardino servono alcune attrezzature che possono essere utili nel lavoro. Gli attrezzi fondamentali per i lavori in giardino sono utensili manuali che per la loro semplicità non richiedono grandi investimenti nell’acquisto.

Utilizzare l'attrezzo giusto è importante per prenderti cura del tuo spazio verde: scegli scope, pale, rastrelli, zappe e tanti altri utensili da giardino. A seconda che tu debba fare pulizia, spalare la neve o zappare, è necessario avere l’utensile adatto al lavoro previsto.


Tra gli attrezzi manuali da giardino di cui non puoi fare a meno ci sono:

  • la zappa utilizzata soprattutto per smuovere il terreno superficialmente e prepararlo alla semina;
  • la vanga che invece serve a rivoltare le zolle di terreno per lavorare e fertilizzare il suolo in profondità o interrare altro concime;
  • la pala adatta per spostare il terreno;
  • il piccone che solleva e smuove il terreno;
  • la falce che serve per tagliare via l’erba con gesti molto ampi;
  • il rastrello che rimuove e sposta il concime o la paglia;

Naturalmente bisogna assicurare la giusta manutenzione agli attrezzi da giardino per prolungarne la vita e garantire prestazioni ottimali nel corso del tempo. Tali strumenti già vengono costruiti con materiali adatti ed ergonomici per affrontare ogni situazione e per favorire il lavoro dell’utilizzatore, ma devono essere presi alcuni accorgimenti.

IRRIGAZIONE

Nei giardini curati e ben tenuti non deve mai mancare l’acqua: questo è uno dei principi base del giardinaggio! Infatti, assicurare umidità costante è importante per consentire alle piante e all’erba di crescere e svilupparsi. Inoltre, l’irrigazione sarà importante anche per prevenire che i raggi solari, soprattutto durante la bella stagione, vadano a rovinare il colore del prato riempiendolo di orribili macchie giallastre.

Una corretta irrigazione del giardino è fondamentale per avere uno spazio verde, sano e rigoglioso. Per evitare uno sbalzo termico dannoso per l’erba e per le piante, il giardino deve essere innaffiato prevalentemente la sera quando la temperatura dell’acqua si avvicina a quella del terreno. Da evitare in ogni caso le ore più calde perché i liquidi evaporano quasi del tutto con uno spreco consistente.



Un altro suggerimento utile è consultare periodicamente il regolamento condominiale oppure quello del tuo comune. Infatti, può essere che in un momento di siccità o di crisi idrica, per arginare l’emergenza sia necessario evitare di innaffiare il giardino.

Lo sviluppo delle tecniche di irrigazione ha permesso all’uomo in qualche modo di essere indipendente dalle condizioni atmosferiche, almeno nei periodi di siccità.

Si definisce irrigazione di superficie il metodo che sommerge quasi interamente l’area coltivata o piantata.

Il mercato offre una gamma ampissima di irrigatori da giardino tra cui quelli di superficie. Innanzitutto, un irrigatore è un dispositivo che permette di erogare acqua sfruttando la pressione e permette di irrigare in maniera corretta, risparmiando la fatica di innaffiare manualmente le piante. Acquistando un impianto di irrigazione e tutti gli accessori utili per innaffiare il tuo prato e le piante del tuo balcone, potrai prenderti cura al meglio del tuo spazio verde.

Programmatori per irrigatori

Stai per partire per le vacanze estive e nessuno si può prendere cura delle tue amate piante? La centralina per irrigazione, o programmatore è ciò di cui hai bisogno, perché è in grado di organizzare i vari programmi di irrigazione gestendo sia le diverse zone da innaffiare che gli orari, i giorni e i tempi di irrigazione.



L’irrigazione automatica offre alcuni vantaggi:

  • libera dal compito di irrigare manualmente il giardino;
  • consente di fornire a ogni tua pianta la giusta quantità di acqua nei momenti più indicati.

Dal modello più semplice ed economico al modello più avanzato, tutti i programmatori condividono alcune funzioni di base che ti consentono di automatizzare l’irrigazione gestendo:

  • programmi differenti, in grado di stabilire diversi cicli di irrigazione;
  • zone o stazioni, cosicché la centralina farà partire prima l’irrigazione di una zona a seconda del bisogno;
  • l’inizio e la durata dell’irrigazione;
  • centraline a batteria, se non abbiamo accesso diretto alla linea elettrica;
  • l’irrigazione smart e Wi-Fi, funzioni utili e improntate al risparmio idrico.

Per chi ha un giardino o un terrazzo oppure si dedica all’orto e al giardinaggio, il tubo e l’avvolgitubo sono indispensabili, ma tra tutte le tipologie in commercio non si sa mai cosa scegliere.

Quando si parla di attrezzature per il giardinaggio e l’irrigazione qualità e resistenza sono caratteristiche irrinunciabili: per i tubi per irrigare bisogna considerare prima di tutto il numero di strati.

Il miglior tubo sul mercato ha 4, 6 strati, resiste meglio agli urti, alle abrasioni, a pieghe, nodi, ma anche alle varie condizioni climatiche, ai raggi UV e alle variazioni di temperatura. I tubi con rinforzi, inoltre, non si attorcigliano e non si torcono, così da poterli posare con estrema facilità.



Gli avvolgitubo sono fondamentali per utilizzare con comodità i tubi da giardino, in particolare quelli più lunghi e difficili da riporre dopo l’utilizzo. In commercio esistono moltissime tipologie da parete, a carrello, automatici, adatti a ogni tua esigenza.

Per prenderti cura delle tue piante in maniera semplice ed efficace la scelta non può che ricadere sulle pompe d’irrorazione e gli innaffiatoi.

Le pompe irroratrici vengono impiegate per cospargere le piante con diserbanti, prodotti chimici e biologici. Ne esistono di diversi tipi per soddisfare le esigenze diverse:

  • le pompe manuali sono impiegate per somministrare pesticidi, fertilizzanti e antiparassitari in piccoli spazi;
  • le pompe elettriche sono utili quando le piante da trattare sono molto alte;
  • le pompe dotate di motore a scoppio si utilizzano per spazi ancora più ampi

In agricoltura e floricoltura la pompa irroratrice è una di quelle cose di cui non si può fare a meno poiché le piante hanno bisogno di alcuni trattamenti mirati per crescere in salute. È tuttavia importante fare un impiego corretto della pompa in modo da ottenere i risultati sperati.
Chi dispone di uno spazio all'aperto destinato a giardino o orto, lo sa bene: è importante garantire alle proprie piante, ai fiori e al tappeto erboso la giusta quantità di acqua, frequente e commisurata alle esigenze della singola pianta, evitando sprechi e un utilizzo smodato di un'importante risorsa naturale come l'acqua.

Per gli spazi più ristretti e per i terrazzi in città, o per le piante da appartamento, il classico innaffiatoio farà al caso tuo. Ciò che differenzia un innaffiatoio da un altro è essenzialmente il materiale e la capacità: in plastica o in metallo, da 2 6 7 12 litri e oltre. Più sarà leggero ed ergonomico, più semplice e agevole sarà il suo utilizzo.

Protezione del verde

Puoi abbellire il balcone con un traliccio fisso o estensibile su cui far crescere una pianta rampicante oppure utilizzare un tutore per dare supporto ai tuoi ortaggi durante la loro crescita.
Antichi quanto la prima pianta di vite coltivata dall’uomo, i tutori sono stati a lungo un tabù, tanto che ne esistevano molte tipologie che sparivano dentro la vegetazione.
Tornati alla ribalta da qualche anno, grazie all’interesse per la campagna e lo stile country oggi sono sfoggiati come elementi di decoro.

I tralicci in ferro sono i più resistenti: il ferro battuto verniciato ha una durata elevatissima, purché lo si mantenga bene con verniciature regolari.



Il tutore più usato è quello in salice intrecciato. È un tocco di gentilezza nell’orto, ma anche nel giardino in stile rustico. Ne esistono moltissime tipologie, dal diffuso tutore conico a tepee, ai cilindri e alle spalliere. Si usano per sostenere dalie, fagioli, pomodori, ma anche per ottenere letti rialzati, cordoli e come contenimento per piccoli terrapieni e terrazzamenti.

Esistono diverse tipologie di reti e teli protettivi per coprire le piante oppure per proteggerle da animali, dai cambiamenti o dagli sbalzi di temperatura. Alcuni esempi possono essere le reti frangisole, le reti antiuccelli e rampicanti o i teli occhiellati

I veli e i teli impermeabili e protettivi permettono di coprire le piante quando necessario (ad esempio dai raggi del sole o dal vento), mentre reti e recinzioni proteggono i tuoi spazi verdi dagli animali, dagli insetti e delimitano la tua proprietà.

Possiamo infatti utilizzare zanzariere per bloccare insetti come mosche e zanzare o siepi artificiali per abbellire una parte di terrazzo, balcone o giardino: in questo modo le nostre piante saranno al sicuro da insetti e il nostro giardino più sarà accogliente.